Positano

Pisciotta
Ottobre 25, 2016
Ragusa
Ottobre 24, 2016
 

Il territorio

Posta alle falde meridionali dei Monti Lattari, Positano gode, di tutti i vantaggi di un clima mite ed asciutto.Sul mare a tre miglia di distanza dalla costa si ergono “Li Galli” piccolo arcipelago, composto da tre isolotti e divenute rifugio degli artisti Massine e Nurejev. Il mito vuole Positano fondata da Poseidone.I Romani costruirono nei pressi della Spiaggia Grande una ricca villa patrizia,ora oggetto di restauro.In seguito Positano entrò a far parte della Repubblica di Amalfi e attraversò un periodo floridissimo. Poi Positano fu più volte esposta alla offese prima dei pirati saraceni e poi di quelli turchi.I positanesi eressero a propria difesa tre torri di guardia che ancora oggi fanno bella mostra di sé a Fornillo, alla Trasita e alla Sponda,ed altre all’interno dell’abitato.In questo stesso periodo sempre per sfuggire ai pirati si ampliarono i villaggi montani di Montepertuso e Nocelle.Nel ‘700 vi fu un periodo di floridezza come testimoniano le numerose ville tardo barocche edificate lungo il versante orientale.Dopo la prima guerra mondiale, durante la quale già si rifugiavano a Positano grandi artisti come Vincenzo Caprile,essa divenne asilo per tanti artisti e letterati russi e tedeschi che la elessero a loro dimora godendo, finalmente, di pace e tranquillità.Tra i tanti ricordiamo Seminov, Zagarouiko, Essad Bey, Clavel, Escher, Massine, Kovaliska, Ghillausen che con le loro opere fecero conoscere questo angolo di paradiso al mondo intero.Grazie al loro innato senso di ospitalità i positanesi detengono uno dei primi posti nell’ambito del turismo mondiale.Anche nel campo della moda Positano é un punto di riferimento internazionale.Festività tradizionali ed eventi di carattere internazionale sono fiori all’occhiello di questa meravigliosa città.

L’Amministrazione Comunale di Positano,oggi al suo secondo,consecutivo mandato, ha adottato quale priorità, fin dall’inizio della sua attività amministrativa, una vera e propria inversione di rotta: ha messo al centro della propria vita politica il rilancio delle aree montane, comprese le frazioni di Montepertuso e Nocelle.Sono stati attuati interventi di riqualificazione, valorizzazione e promozione della predetta area, consentendone uno straordinario sviluppo in termini non solo di crescita economica, ma soprattutto di vivibilità ed eco-sostenibilità.Sono stati implementati e migliorati i servizi a disposizione della cittadinanza e degli ospiti e l’intera zona è stata oggetto di interventi di ammodernamento e ristrutturazione.Inoltre le frazioni di Positano sono state scelte come location di importanti eventi culturali, realizzando un’eccezionale promozione dell’intera zona,attraverso campagne mediatiche nazionali ed internazionali.Tale politica di sviluppo sostenibile ha consentito la nascita di attività agrituristiche, ricettive, di accoglienza,legate all’escursionismo montano e sentieristico,nonché attività legate alla tutela dell’ambiente animale,alla realizzazione di dimostrazioni didattiche e numerose associazioni congiunte alla tutela della natura e del territorio.La nostra aspirazione ad aderire al Progetto Spighe Verdi nasce dal desiderio che il nostro quotidiano lavoro sia certificato come avvenuto attraverso il conferimento della prestigiosa Bandiera Blu, che per noi significa riconoscimento della qualità del nostro patrimonio naturale e delle eccellenti caratteristiche dei servizi offerti ai nostri concittadini e ospiti, confermando nel mondo l’immagine di una Positano meta d’eccellenza del turismo mondiale.

Scenografici terrazzamenti di vigne e alberi di limone e il fitto del bosco di castagni, caratterizzano il mondo agricolo e rurale di Positano e della Costa d’Amalfi. Un patrimonio di saperi, pratiche e consuetudini secolari e millenarie che giorno dopo giorno, plasmano il paesaggio garantendo la sopravvivenza di prodotti e sapori straordinari e inconfondibili. I vini Doc, i limoni Igp, i formaggi e le castagne i vitigni autoctoni impiantati dai Romani, i pergolati che splendidi a vedersi proteggono le piante di uva e di limone. In mare, ai piedi delle colline, le lampare dei pescatori aspettano come sempre le alici, mentre il bosco continua a fornire i pali per i terrazzamenti della collina.

Olio extravergine di oliva DOP
Latticini DOP
Vini DOC e IGT
Limone IGP

IL LIMONE SFUSATO AMALFITANO IGP (indicazione di origine protetta)
Il limone è il prodotto simbolo della Costiera amalfitana che già nel XIX rivestiva una grande importanza economica e sociale. Dal profumo intenso, la buccia spessa, porosa e ricca di olii essenziali e la polpa dolce e succosa, ingrediente principe della “delizia al limone” e del liquore “limoncello”.

Ingredienti nuovi o antichi, spontanei e a volte quasi dimenticati; preparazioni sapienti, semplicissime o complesse, che mutano ma che non di rado serbano intatti i suggerimenti di conoscenze e pratiche millenarie e si rincorrono nel viaggio attraverso i colori e i sapori della Costa.

Caponata e Pasta
Colatura di alici
Pastiera di grano
Sfogliatella
Struffoli
Zeppole
Mostaccioli
Casatiello

Azienda Agricola Marco Rianna

L’attività di produzione dei prodotti Bio è nata un po’ per caso, già lavoravo nell’ambito floricolo e per gioco ho iniziato a coltivare i terreni. La decisione di produrre bio è nata dalla voglia di creare un ambiente e di produrre dei prodotti che siano salutari non solo per noi e per i nostri familiari ma per tutta la collettività positanese, per dare inizio ad uno sviluppo ecosostenibile nel nostro paese, anche perché i nostri prodotti oltre ad essere biologici sono venduti a km0, in modo tale da ridurre al minimo le emissioni atmosferiche e tutelare in tutte le fasi della produzione la salute dei nostri concittadini. Ottenere la certificazione non è stato semplice, infatti abbiamo operato per i primi due anni di attività, ossia dal 2013 al 2015 “in conversione”. Questo periodo ha avuto come obiettivo quello di creare o meglio ripristinare (poiché in nostri avi producevano Bio) le condizioni per praticare correttamente e convenientemente il metodo di agricoltura Bio. Oggi la nostra filosofia è quello di intraprendere e di incentivare altri imprenditori ad intraprendere un percorso ecosostenibile, poiché i nostri prodotti, oltre a mantenere le proprie caratteristiche organolettiche, rispecchiano i sapori tradizionali.

a

La città di Positano è stata riconosciuta nel 1997 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura. Essa offre a quanti la scelgono come meta turistica numerosi itinerari storico-artistico-culturali, nonché, ovviamente, naturalistici. Infatti, Positano fa parte del Parco Nazionale dei Monti Lattari e dell’Area Marina Protetta Punta Campanella. Il Parco Regionale dei Monti Lattari offre uno dei più ampi ventagli escursionistici dell’Appennino. La sua fitta rete di sentieri consente di sperimentare appieno la convivenza tra montagna e mare, che in questo territorio è stretta come in nessun altro luogo. I sentieri si snodano sempre in contesti panoramici di grande suggestione. La morfologia della penisola fa sì che molte delle passeggiate possibili su questi itinerari consentano di abbracciare con lo sguardo i due mari. Positano, in particolare, gode di uno dei sentieri nella top ten dei più belli al mondo: “Il Sentiero degli Dei”, che è il percorso naturalistico più frequentato dell’area. Seguendo passaggi delimitati da spettacolari dirupi e attraversando varie gole, il sentiero regala visioni impareggiabili su Positano, la Penisola Sorrentina, gli isolotti de li Galli e Capri. Molto interessanti sono pure gli aspetti vegetazionali, le coltivazioni terrazzate e le antiche costruzioni rurali disseminate lungo il percorso. Positano si fa promotore, attraverso l’Ente Parco della costruzione di una rete ecologica regionale e provinciale, capace di tutelare e valorizzare l’intero paesaggio, inteso come inestimabile bene culturale; nonché di migliorare la qualità della vita delle comunità locali.